Ruvigel®

Le problematiche legate alla scivolosità e alle deformazioni delle pavimentazioni in conglomerato bituminoso, da sempre, sono oggetto di attenzione da parte dei preposti alla gestione della rete stradale e autostradale.

 

La scarsa aderenza dei pneumatici alla pavimentazione o il verificarsi di deformazioni superficiali sono da imputare all’uso di inerti con uno scarso coefficiente di levigazione superficiale (vedi normative CNR, prova C.L.A., perdita  Los Angeles), che provoca un mutamento della forma poliedrica dei materiali soggetti ai passaggi degli autoveicoli.

 

Frequentemente, queste pavimentazioni in conglomerato bituminoso, non presentano segni di collassamento e il loro ciclo di uso potrebbe prolungarsi per lungo tempo, per cui la stesa di un nuovo manto di usura, ovvero di pellicole antiscivolo, comporta un notevole aggravio dei costi di manutenzione, che possono arrivare fino a tre volte il costo di una normale pavimentazione.

 

Gli irruvidimenti superficiali stradali  eseguiti con metodo “wearing surface – feinfrasen” sono una risposta  efficace, immediatamente migliorativa ed  economicamente vantaggiosa.

 

La metodologia di lavorazione deriva dalle esperienze applicative che sono in corso da anni nel centro-nord Europa ed in particolare in Germania, dove le condizioni climatiche particolarmente severe, ne accentuano la criticità ed i risultati ottenuti, hanno notevoli risvolti positivi sulla sicurezza stradale.

 

Il trattamento consiste nell’asportazione, per mezzo di apposite attrezzature, di parte della pavimentazione per uno spessore variabile tra 5 e 9 mm, e la successiva pulizia della sede di intervento, per mezzo di autospazzatrice aspirante.

 

I risultati delle prove di laboratorio eseguite da accreditati Istituti di ricerca, quali la  T.R.R.L. inglese (Trasport and Road Researchy Laboratory), attestano dati sorprendenti: pavimentazioni scivolose, con misurazioni iniziali aventi coefficiente  di attrito trasversale (C.A.T.) minori di mm. 0,40 presentano, dopo l’ esecuzione del trattamento Ruvigel®, risultati di C.A.T. tra 0,80mm e 0,90mm; coefficienti  superiori anche a nuove pavimentazioni.

 

Questi dati sono emblematici su  come i risultati ottenuti migliorino la frenata, la tenuta di strada dei veicoli  e la sicurezza nel caso di acquaplaning.

Inoltre, con il metodo Ruvigel®, l’interasse delle scanalature non supera i 10 mm., valore inferiore  alle larghezze dei pneumatici di biciclette anche di tipo agonistico.

 

Il trattamento superficiale con il metodo Ruvigel®, riduce considerevolmente  la rumorosità del traffico e quindi è applicabile in centri urbani e in situazioni ove è richiesta fonoassorbenza.

 

Copyright © 2016 by Massano Group Srl. - Tutti i diritti sono riservati

P.IVA  07341480015 -  REA 218536 Tribunale di Mondovì - Capitale Sociale: 1.200.000 €

Privacy - Condizioni d'uso